ANTARES INVESTIGAZIONI

ANTARES INVESTIGAZIONI

"Una strategia vincente dipende dalle informazioni possedute"

Con l’attività investigativa puoi ottenere tutte quelle informazioni utili e spesso risolutive che fanno la differenza nelle scelte importanti. Ad esempio per valutare l’affidabilità di un nuovo cliente, avere indicazioni sulla consistenza patrimoniale e quindi la solvibilità di una società o di una persona fisica, individuare e quantificare una massa attiva aggredibile prima di iniziare con un pignoramento; questi sono solo alcuni esempi dove la nostra attività si dimostra indispensabile prima di scegliere l’orientamento di un azione. La raccolta delle informazioni è un’attività lecita e producibile in giudizio, con valore di prova, se effettuata rispettando le norme vigenti e da soggetti autorizzati.
  • 20

    Servizi Erogati

  • 11

    Agenti

  • 398

    Incarichi ricevuti

  • 197

    Clienti

News

  • INVESTIGATORI ABUSIVI

     L’ investigatore abusivo è colui che svolge indagini senza possedere una regolare Autorizzazione della Prefettura quindi, senza rispettare la normativa vigente in materia di Privacy né quanto disposto dall’art.134 del T.U.L.P.S. in materia di gestione di un istituto di investigazioni private. Iniziamo a chiarire che chiunque esercita una professione, anche gratuitamente o occasionalmente,   senza […]

  • Legittimo il licenziamento del dipendente ripreso a rubare dalle telecamere installate dall’agenzia investigativa

    E’ legittimo il licenziamento per giusta causa intimato ad un dipendente in virtù di videoregistrazioni “occulte” effettuate nei locali aziendali durante l’orario di lavoro e installate dall’Agenzia Investigativa. Lo ha stabilito la Cassazione, con la sentenza n. 10636 depositata il 2 maggio 2017, confermando l’orientamento giurisprudenziale secondo cui i controlli difensivi – al di fuori […]

  • Recupero crediti – Una sentenza che costa caro

    Risponde di bancarotta l’imprenditore che non si attiva tempestivamente per il recupero crediti dell’azienda che poi fallisce. Lo ha sancito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 40901 del 18 ottobre 2012. Svolgimento del processo 1. L.E. è stato ritenuto responsabile, con sentenza della Corte di Appello di Salerno del 14-1-2011, in conferma di […]